Milano, 13 febbraio 2018

È una casalinga la fortunata che il 22 dicembre scorso ha vinto a ustica (Pa) una casa +200.000€ subito

Ecco la storia di "Principessa Sissi" (nome scelto dalla vincitrice): "Dove sceglierò la casa? Ho due anni di tempo per pensarci".

Si è presentata oggi negli uffici Sisal di Roma la fortunata "Principessa Sissi" - nome di fantasia scelto dalla vincitrice del concorso n. 187 del 22 dicembre scorso di VinciCasa, grazie a una giocata effettuata presso il punto vendita Sisal Tabaccheria La Barbera situato in Piazza Umberto I, 24 25 a Ustica (PA).

 "Principessa Sissi" non specifica nulla sulla scelta del nome e quali ricordi le evoca. La vincitrice ha solo gli occhi colmi di tenerezza, come chi legge una favola e vorrebbe vivere il sogno di soggiornare a palazzo, tra abiti di pizzo e merletti.

La vincitrice è una donna di mezza età, sposata e molto attaccata alla famiglia "allargata". Sarà infatti il fratello a sapere per primo della vincita, lui a cui chiederà di controllare per infinite volte la corrispondenza tra i suoi numeri e quelli vincenti.

 

Il giorno della giocata, terminato il lavoro, "Principessa Sissi" entra in ricevitoria ricordandosi dell'estrazione giornaliera di VinciCasa. La sua casa è da ristrutturare e vincerla le consentirebbe di provvedere ai lavori ormai necessari o anche di comprarne un'altra. Gioca i suoi numeri, quelli delle sue date personali, che hanno sancito tanti momenti felici e bellissimi ricordi. 7, 8, 22, 24, 36: saranno questi i numeri che la decreteranno vincitrice di una casa +200.000€ subito.

 

Poi la conferma, guardando i risultati su internet ha un tumulto di gioia, emozioni e tanta agitazione. "È stata una casualità e un'emozione fortissima, di quelle che non pensi più di poter provare a cinquant'anni: una gioia così grande che le lacrime scendono da sole. E sei felice".

 

La vincitrice non sa ancora né dove né quali caratteristiche dovrà avere la casa che ha vinto grazie a VinciCasa. Avrà tempo due anni per sceglierla "Ora non ho più fretta di ristrutturare casa perché posso permettermene anche una nuova. Seguirò l'istinto e il cuore, come ho fatto mentre giocavo i miei numeri sognando una bellissima casa che ora sarà mia!".



< Torna agli articoli