Milano, 5 luglio 2018

È una disoccupata la fortunata che il 18 giugno scorso ha vinto a Roma una casa +200.000€ subito

Ecco la storia di "PAPERINO"... (nome di fantasia scelto dalla vincitrice). "Ho giocato la mia terza schedina della vita. E forse ho vinto perché ci ho creduto per davvero".

- Si è presentata oggi negli uffici Sisal di Roma "Paperino" - nome di fantasia scelto dalla vincitrice del concorso n. 169 del 18 giugno scorso di VinciCasa, grazie a una giocata effettuata a Roma presso il punto vendita Sisal Gran Caffè Laura situato in Via Ermanno Carlotto ang. Via F. Paolini, 35, 37, 39, 41.

 "Paperino" è una donna sulla quarantina senza vincoli familiari ma con tante persone attorno che le vogliono bene e con le quali trascorre il suo tempo in cerca di un lavoro stabile.

 

Una persona moderata, dolcissima e con un ricordo bellissimo della sua infanzia "Paperino mi ricorda quando ero bambina¿Poi si cresce e la vita non sempre è come la favola che hai sognato. Ma io continuo a credere che "deve" esistere un futuro migliore. E' dietro l'angolo, basta andargli incontro e cercare la strada giusta".

 

Con questi presupposti "Paperino" è ormai diventata sensibile a tutto quello che la circonda. Ad ogni angolo, per lei, ci può essere la svolta che aspettava.

 

Il giorno della giocata, è un qualsiasi lunedì, un giorno che lei vorrebbe fosse il primo della settimana lavorativa. E, invece, in una giornata per lei normalissima, passa in un bar per bere un caffè e gioca la terza schedina della sua vita.

"Ho pensato che il destino poteva aiutarmi e ho colto quelli che per me sono stati dei segnali. Qualche giorno prima della vincita della casa, alla prima schedina che ho giocato ho fatto 2, alla seconda ho centrato un 3 e ho pensato che la terza volta sarebbe stata quella decisiva. Forse pretendevo troppo, ma perché non crederci o almeno provarci?"

 

Così Paperino rigioca gli stessi numeri che l'avevano fatta vincere, numeri casuali, ora diventati i "suoi" numeri. 

 

Poi, il giorno dopo, fa controllare la ricevuta in un'altra ricevitoria di passaggio e lì scopre di aver vinto. "Grazie alla combinazione 3, 11, 20, 26, 35 avevo vinto una casa e 200 mila euro... la svolta della mia vita era iniziata e risiedeva proprio in quel pezzetto di carta con la scritta VinciCasa".

 

"Ero incredula, non sapevo se ridere o piangere di gioia. In pochi attimi ti scorre davanti la vita, quella che è stata e quella che sarà¿ e tutto è nitido, bellissimo, certo!".

 

La vincitrice avrà tempo due anni per scegliere la casa più adatta alle sue esigenze.

 

"Non so ancora come sarà la mia casa. Il mio futuro dipende dal lavoro e credo che proverò a trasferirmi al nord Italia. Forse sarà lì la mia bellissima casa e il mio lavoro, ci spero tanto!"



< Torna agli articoli