INIZIATIVE

Milano, 21 maggio 2015

VINCICASA, UN SOGNO CHE VALE 500 MILA EURO!

In cima alla lista dei desideri gli italiani non hanno dubbi: la casa di proprietà resta uno fra i beni materiali più ambiti. In tempo di crisi, in uno scenario in cui, dati alla mano, il mercato immobiliare italiano registra un andamento negativo delle compravendite, la casa per molti rappresenta ancora un lusso che non può concedersi, un sogno a occhi aperti.

A realizzarlo ci ha pensato Sisal, lanciando a luglio scorso il primo gioco in Italia che mette in palio una casa del valore di 500 mila Euro. Da Roma a Treviso, passando per la Toscana e il Piemonte, sono già 9 gli italiani che, indovinando la cinquina vincente di VinciCasa, hanno vinto la casa dei loro sogni. Stando al rapporto dell'Osservatorio Immobiliare del Settore Residenziale e ai dati
ufficiali Istat 2014 si apprende che i prezzi delle abitazioni in Italia, seppur con sostanziali differenze regionali, sono in discesa. Un attico, una villetta o un appartamento? In pieno centro cittadino, al mare o in campagna? Che cosa si può pensare e sperare di acquistare con 500 mila Euro dunque? Le proposte non mancano, i desideri neppure. A Milano si potrebbe optare per un appartamento residenziale di quasi 200 metri quadrati nel quartiere Isola, zona emergente in gran voga alle porte di Porta Garibaldi. In Calabria  bastano 1.139Euro/mq, qualcuno potrebbe sistemarsi con l'acquisto addirittura di due immobili. Anche a Roma, dove VinciCasa ha già assegnato ben 4 case, a seguito del trend al ribasso, ci si potrebbe "accontentare" di un appartamentino di 70metri quadri nel quartiere Parioli (6.300 Euro/mq). Ogni vincitore ha a disposizione due anni di tempo dall'estrazione e, volendo, un tutor immobiliare del Gruppo Gabetti al suo fianco per individuare la sua abitazione ideale.

Con VinciCasa basta scegliere 5 numeri su 40 e il sogno può diventare realtà. Lo trovi in ricevitoria, online o sull'App gratuita scaricabile sul tuo dispositivo mobile. La fortuna ti aspetta ogni mercoledì alle 21.

< Torna agli articoli