INIZIATIVE

Milano, 31 marzo 2015

MARIA ENELLA BURET LA PRIMA VINCITRICE DI VINCICASA

Ecco la storia, le emozioni e i progetti raccontati dalla vincitrice - Maria Enella Buret nel giorno in cui è entrata per la prima volta nella SUA CASA: "questa volta serviva a me" - ha dichiarato la vincitrice - "la prossima volta aiuterò chi ne ha bisogno".

Si chiama Maria Enella Buret la donna dominicana vincitrice della prima casa, estratta a Roma presso il punto vendita Sisal Bar Tabacchi situato in P.le Flaminio  Staz. Roma Nord, grazie a VinciCasa, la nuova formula di gioco del Gruppo Sisal.

 

Maria Enella ora ha una casa tutta sua in Italia, in un quartiere alle porte di Roma. "La fortuna non vede e non si programma, dice la vincitrice commossa - ma spesso arriva proprio nella vita di chi ne ha più bisogno".

 

Maria Enella Buret è una donna di origine dominicana che da oltre 25 anni vive in Italia. Vedova, con tre figli allevati da sola e ora sposata in seconde nozze con Amable, Maria Enella si è sempre adattata ad ogni situazione cercando di vivere al meglio la vita di tutti i giorni, seppur con tanti ostacoli e sacrifici. Un animo tenace e allegro quello di Maria che si è sempre svegliata alle 5 del mattino per andare a lavorare - prima come colf e ora come addetta alla mensa dei Musei Vaticani -  e che ha sempre desiderato una casa tutta sua in Italia..  Maria, però, sa accontentarsi e sogna una casa piccola perché, come dichiara  una casa grande va pulita e dopo una giornata di duro lavoro, la stanchezza ha il sopravvento.  

 

Il 23 luglio scorso, determinata e piena di speranza, Maria gioca a VinciCasa con i 5 euro che le aveva dato il marito. Gioca i numeri a caso - 19, 24, 36, 38, 40 - senza sapere che la sorte sta per realizzare davvero il suo sogno. Una cinquina che non ha scelto ma che in fondo riporta dei numeri importanti della sua vita (36,38,40 sono infatti gli anni dei suoi figli.).

 

E ... vince!

 

Lo scopre la sera stessa a casa controllando i numeri su internet. La gioia è immensa e incontrollabile. E' lei che ha vinto e deve urlarlo al mondo intero. Lo dice al marito, poi alla cugina, alla sorella, alle colleghe e anche al suo capo al lavoro. "Sono io che ho vinto a VinciCasa, sono io che sono felice ora e lo sarò per tutta la vita". E d'ora in avanti saranno gli amici, i parenti e le colleghe a mandare lei a giocare, perché porta fortuna.

 

Maria Enella, che aveva due anni di tempo dall'estrazione per cercare la sua casa, ora l'ha trovata. Come voleva lei, vicino ai suoi parenti. E' bellissima, al terzo piano con terrazzo e vista parco. La casa è anche più vicina al posto di lavoro, cui non rinuncerà mai, e guadagnerà ogni mattina un'ora di sonno. Il rogito è stato effettuato per mano di un incaricato Sisal che ha saldato la cifra corrispondente all'acquisto mentre il 20% della vincita le è già stato corrisposto in denaro per qualsiasi utilizzo, dalle spese preliminari per l'acquisto, all'arredo. Con i soldi la vincitrice si è anche già comprata un tappeto e un lampadario che sognava da tempo il resto lo deciderà con calma.

 

Ora Maria vive felice nella sua casa. Ha gli occhi che brillano dalla gioia e non sappiamo ancora se davvero resterà in Italia tutta la vita o un giorno deciderà di venderla per costruirne un'altra a Santo Domingo vicina ai suoi cari.  

 

La vincitrice ci saluta con una promessa "Ora ne avevo bisogno io, ma se mi capiterà di nuovo di vincere, farò una donazione a chi ne ha bisogno. Ho sempre sperato di vincere al SuperEnalotto per costruire un asilo nel mio Paese, spero davvero che i miei sogni possano realizzarsi ancora una volta".

Guarda il video della vincitrice Maria Enella Buret

 

È arrivato VinciCasa. Vincere una casa è un gioco

< Torna agli articoli